Archivio mensile:marzo 2019

Fornitura arredi, l’Iso 14001 aiuta a vincere

logo

La tutela dell’ambiente può far vincere una gara pubblica all’impresa produttrice che abbia una certificazione Iso 14001 (standard di gestione ambientale). Lo sottolinea il Consiglio di Stato, nella sentenza 11 marzo 2019 n. 1635, relativa a una fornitura di arredi ospedalieri all’ azienda regionale centrale acquisti della Lombardia.

Nel caso specifico, il bando di gara prevedeva un punteggio ad hoc per prodotti che presentassero un «minore impatto sulla salute e sull’ambiente» (articolo 95 comma 13 del Testo unico appalti 50/2016) e un’impresa aveva offerto beni (letti ospedalieri) prodotti con basso impatto ambientale da una propria società controllata.

La certificazione ambientale Iso 14.001, utile per ottenere tale punteggio, era tuttavia posseduta solo dall’impresa controllata, produttrice dei beni, e non dall’impresa controllante, l’unica che aveva partecipato alla gara offrendo i beni prodotti dalla società controllata.

Secondo i giudici amministrativi, il punteggio premiale spetta alla specifica impresa che fabbrichi i prodotti con certificazione ambientale Iso 14001 (ad esempio, con processi privi di esalazioni nocive o vernici tossiche), senza che ne possa beneficiare l’impresa che commercializzi, come società controllante, i prodotti della società controllata.

Fonte: Il Sole 24 Ore

Scarica la sentenza

La valutazione dei rischi quando si implementa un SGSI ISO 27001

iso27001

Una valutazione dei rischi ISO 27001 prevede cinque passaggi importanti:
1. definire una struttura di valutazione dei rischi;
2. identificare i rischi;
3. analizzare i rischi;
4. valutare i rischi;
5. scegliere le opzioni di gestione dei rischi.
La struttura di valutazione dei rischi è una parte critica del processo, che comporta anche la scelta della/e persona/e responsabili della valutazione. In assenza di persone in grado di effettuare le valutazioni, l’intero programma viene meno.
È inoltre necessario definire i criteri di accettazione dei rischi, cioè comprenderne l’impatto sull’organizzazione e le probabilità che si presentino effettivamente. Determinare l’impatto e la probabilità di un rischio dato consente di determinarne la reale gravità. Spesso i responsabili della gestione dei rischi presentano questa semplice matrice:
Probabilità
È possibile utilizzare i risultati di questa analisi per decidere come reagire ai rischi.
A tal fine è necessario considerare quattro tipi di reazione:
1. tollerare il rischio;
2. gestirlo mediante controlli;
3. eliminarlo evitandolo completamente;
4. trasferirlo, mediante un’assicurazione o un accordo con altre parti.

 

Realizzare un SGSI secondo la ISO 27001 – La struttura di gestione

iso27001

La ISO 27001 nelle clausole 4 e 5, prevede che un’organizzazione definisca il contesto dell’SGSI (Sistema di gestione sicurezza informazioni)  ed i ruoli della leadership dell’organizzazione.

Il contesto dell’organizzazione relativamente alla sicurezza delle informazioni deve, di fatto, identificare l’insieme di interessi che è necessario considerare. L’organizzazione ha interesse nella sicurezza delle informazioni, come pure i clienti, i partner, le autorità legali e normative ecc. Punto di partenza è l’esame di tali interessi con il registro dei rischi.

Una parte di questa attività comporterà identificare l’ambito dell’SGSI, che dipende dal contesto. L’ambito dovrà anche considerare i dispositivi mobili e dei tele-lavoratori (il perimetro dell’organizzazione potrebbe essere mobile e potrebbe includere anche dispositivi di proprietà dei dipendenti).
La struttura di gestione deve anche impostare le attività preliminari all’implementazione; conseguentemente sarà necessario formalizzare alcune misure significative:
• la politica per la sicurezza delle informazioni;
• l’esistenza di risorse adeguate al raggiungimento degli obiettivi;
• la definizione di strategie e/o politiche di comunicazione (sia interna che esterna);
• l’identificazione dei requisiti di competenza.
La struttura di gestione, essenzialmente, comprende tutti i fattori che definiscono i parametri del progetto.