Archivi categoria: UNI/PdR 125 Parità di genere

Pubblicata la check list audit UNI / PdR 125

Check list audit UNI/PdR 125 Parità di genere – formato Excel

Struttura check list audit

5 – INDICATORI DI PERFORMANCE (KPI) PER LE ORGANIZZAZIONI
5.2 AREA CULTURA E STRATEGIA
5.3 AREA GOVERNANCE
5.4 AREA PROCESSI HR
5.5 AREA OPPORTUNITÀ DI CRESCITA ED INCLUSIONE DELLE DONNE IN AZIENDA
5.6 AREA EQUITÀ REMUNERATIVA PER GENERE
5.7 AREA TUTELA DELLA GENITORIALITÀ E CONCILIAZIONE VITA-LAVORO
6 POLITICHE DI PARITÀ DI GENERE, PIANIFICAZIONE, ATTUAZIONE E MONITORAGGIO, E SISTEMA DI GESTIONE”
6.1 POLITICHE DI PARITÀ DI GENERE
6.2 PIANIFICAZIONE
6.3 ATTUAZIONE DELLE AZIONI DEL PIANO STRATEGICO E MONITORAGGIO
6.3.2 TEMI OGGETTO DEL PIANO STRATEGICO
6.3.2.1 SELEZIONE ED ASSUNZIONE (RECRUITMENT)
6.3.2.2 GESTIONE DELLA CARRIERA
6.3.2.3 EQUITÀ SALARIALE
6.3.2.4 GENITORIALITÀ, CURA
6.3.2.5 CONCILIAZIONE DEI TEMPI VITA-LAVORO (WORK-LIFE BALANCE)
6.3.2.6 ATTIVITÀ DI PREVENZIONE DI OGNI FORMA DI ABUSO FISICO, VERBALE, DIGITALE (MOLESTIA) SUI LUOGHI DI LAVORO
6.4 SISTEMA DI GESTIONE
6.4.2 DOCUMENTAZIONE DEL SISTEMA
6.4.3 MONITORAGGIO DEGLI INDICATORI
6.4.4 COMUNICAZIONE INTERNA ED ESTERNA
6.4.5.1 VERIFICA DI CONFORMITÀ ALLA PRESENTE UNI/PdR: TIPOLOGIE DI EVIDENZE QUANTITATIVE E QUALITATIVE
6.4.6 GESTIONE DELLE SITUAZIONI NON CONFORMI
6.4.7 REVISIONE PERIODICA
6.4.8 MIGLIORAMENTO

SCOPRI L’OFFERTA IN CORSO

SPECIALE – CERTIFICAZIONE UNI /PdR 125 – PARITA’ DI GENERE – Risorse utili

RISORSE UTILI PER LA CERTIFICAZIONE UNI /PdR 125 – PARITA’ DI GENERE

Come ottenere la certificazione UNI/PdR 125 – Parità di genere

Per ottenere la certificazione, è necessario innanzitutto implementare un efficace sistema di gestione per la parità di genere, conforme alla linea guida UNI/PdR 125:2022. 

L’implementazione del sistema di gestione prevede la realizzazione del sistema documentale costituito da: manuale, procedure e modulistica. Ma non solo

La prassi di riferimento definisce le linee guida per l’implementazione di un sistema di gestione per la parità di genere, anche tramite la definizione di un insieme di KPI (Key Performance Indicator – Indicatori chiave di prestazione) rispetto ai risultati delle politiche di parità di genere nell’ organizzazione.

All’interno della norma sono state individuate 6 aree principali, e relativi indicatori, che determinano il livello di maturità raggiunto dall’ organizzazione in materia di Parità di Genere:

  • Cultura e strategia,
  • Governance,
  • Processi HR,
  • Opportunità di crescita ed inclusione delle donne in azienda,
  • Equità remunerativa per genere,
  • Tutela della genitorialità e conciliazione vita-lavoro.

  • Ogni Area è contraddistinta da un peso % (fatto 100 il totale del peso delle differenti Aree) che contribuisce alla misurazione del livello as-is dell’organizzazione e rispetto al quale sono misurati gli stati di avanzamento costanti nel tempo.
  • Per ciascuna Area di valutazione sono stati identificati degli specifici KPI attraverso i quali misurare il grado di maturità dell’organizzazione attraverso un monitoraggio annuale e una verifica ogni due anni, per dare evidenza del miglioramento ottenuto grazie alla varietà degli interventi messi in atto o del remediation plan attivato.


  • Ogni singolo indicatore è associato a un punteggio il cui raggiungimento o meno viene ponderato per il peso dell’Area di appartenenza.
  • È previsto il raggiungimento dello score minimo di sintesi complessivo del 60% per determinare l’accesso alla certificazione da parte dell’organizzazione. In tal modo, l’attribuzione di una verifica di conformità in base allo score finale consente agli stakeholder di riconoscere la validità e l’efficacia dei processi implementati internamente, con ricadute positive in termini reputazionali del brand ed economici.
  • La certificazione viene rilasciata al momento della rilevazione degli indicatori, se esistono già i requisiti relativi al conseguimento del punteggio minimo stabilito attraverso i KPI. Ogni due anni tale certificazione viene rivalutata e rinnovata se sui gap rilevati sono stati messi in atto piani di mitigazione e miglioramento.
  • Il modello di calcolo è da considerarsi dinamico, cioè l’algoritmo si aggiorna ogni anno con una nuova media sulla base dei dati ricevuti per l’anno precedente per ogni categoria (codice ATECO).

  • La linea guida UNI/PdR 125:2022 richiama la UNI ISO 30415:2021 “Gestione delle risorse umane: Diversità e inclusione”. 

La certificazione dell’applicazione delle UNI/PdR 125:2022 da parte dell’Organizzazione avviene attraverso il seguente iter:

  • Raccolta di informazioni iniziale attraverso la compilazione di un questionario informativo
  • Condivisione offerta tecnico economica
  • Audit documentale ed in sito (stage + stage 2)
  • Revisione indipendente del comitato tecnico
  • Emissione Dichiarazione finale

Il certificato rilasciato avrà validità pari a 3 anni, durante i quali l’Organizzazione sarà sottoposta a audit di sorveglianza annuale a 12 e 24 mesi.

Che cosa è la certificazione parità di genere

La certificazione della parità di genere è stata istituita dal 1/1/2022 dalla legge n. 162/2021, per eliminare il divario di retribuzione tra uomini e donne.

La certificazione di parità, è una delle misure che il Governo ha inserito nel Pnrr, nella missione 5, «Inclusione e coesione», tra le politiche per il lavoro, destinando a questa finalità 10 milioni di euro. Per le aziende virtuose sconto dell’1% sui contributi fino a 50mila euro all’anno.

Tale certificazione fa riferimento alla UNI /PdR 125 – Parità di genere.

Quando è obbligatoria
E’ previsto l’obbligo per le aziende con più di 50 dipendenti di redigere un rapporto sulla situazione del personale maschile e femminile in ognuna delle professioni e in relazione allo stato di assunzioni. Questo rapporto deve essere compilato e trasmesso dalle aziende alle rappresentanze sindacali aziendali entro il 31 dicembre, ogni 2 anni.

Sanzioni
Nel caso non si ottemperi a tale obbligo sono previste sanzioni e verifiche ad opera dell’Ispettorato Nazionale del Lavoro.

Pubblicato il software calcolo score certificazione UNI / PdR 125 – Parità di genere

Software calcolo score certificazione UNI / PdR 125 – Parità di genere consente di calcolare senza errori e velocemente lo score per determinare l’accesso alla certificazione o al rinnovo secondo il punto 5 dell’UNI /PdR 125.

L’ UNI/ Pdr 125 indica che  l’efficacia delle azioni intraprese dall’organizzazione al fine di creare un ambiente di lavoro inclusivo delle diversità, venga misurato rispetto a un insieme di indicatori caratterizzati dall’essere percorribili, pertinenti e confrontabili e in grado di guidare il cambiamento e di rappresentare il continuo miglioramento messo in atto dalle organizzazioni stesse.
Scarica la sezione 5 – Indicatori di performance (KPI) per le organizzazioni

Il software consente di realizzare questo calcolo in maniera veloce e sicura, senza errori!

ACCEDI ALLA VIDEO DEMO DAL SEGUENTE LINK